Dal 1° luglio 2017 operativa la copertura sanitaria integrativa FASA per i lavoratori licenziati ex Accordo di Settore del 13.3.2017

0

Si comunica che sono stati espletati da parte degli Organi sociali del Fondo tutti gli adempimenti formali propedeutici a rendere operativa la nuova misura di welfare (in particolare adeguamento  Statuto e predisposizione Regolamento operativo), e che  a decorrere dal 1° luglio 2017 è operativa per gli aventi diritto (lavoratori licenziati e rispettivi beneficiari, ovvero il coniuge, il convivente more uxorio e i figli fiscalmente a carico) la copertura sanitaria integrativa FASA, che prevede il mantenimento delle stesse condizioni assicurative, già riconosciute loro nel periodo di iscrizione al Fondo precedente la cessazione del rapporto di lavoro.  

A tal proposito, si ricorda che tale beneficio  non implica costi aggiuntivi per le imprese e per i lavoratori,  si svilupperà  per un periodo determinato e precisamente dal 1.07.2017 al 31.12.2019, e può essere richiesto a partire dal 1.07.2017 (quindi relativamente a cessazioni del rapporto di lavoro intervenute da tale data in poi)  alle condizioni e con criteri, modalità e termini previsti dal Regolamento operativo, al quale si rinvia (documento reperibile nella sezione “Normativa”). Nel Regolamento operativo sono anche indicate la procedura (l’Area Riservata verrà attivata il prima possibile) che l’avente diritto (lavoratore licenziato) deve seguire per fruire del beneficio, e la documentazione necessaria da esibire al Fondo.

Il periodo di estensione della copertura assicurativa garantito a ciascun beneficiario varia da un massimo di 18 mesi ed uno minimo di 6 mesi, calcolati a scalare con riferimento al momento in cui viene in essere la cessazione del rapporto di lavoro. (A titolo esemplificativo, i lavoratori il cui rapporto di lavoro sia cessato entro il 30 giugno 2018 beneficeranno della copertura massima di 18 mesi; per le cessazioni comprese nel periodo tra il 1 luglio 2018 ed il 30 giugno 2019 si avrà una copertura assicurativa a scalare da 18 a 6 mesi; per coloro che cesseranno il rapporto nel mese di giugno 2019, l’estensione della copertura sarà operativa per soli 6 mesi e cioè sino alla scadenza della polizza sanitaria FASA fissata il 31.12.2019).

La copertura sanitaria FASA, già prevista per i dipendenti in costanza di rapporto di lavoro, è estesa a tutti i soggetti a cui viene applicato il CCNL dell’Industria Alimentare che, alla data di cessazione del rapporto di lavoro, risultino iscritti al Fondo da almeno 12 mesi:

  • licenziati collettivamente o per giustificato motivo oggettivo per ragioni organizzative e produttive oppure abbiano risolto consensualmente il rapporto di lavoro ricorrendo una delle seguenti ipotesi;
  • risoluzione intervenuta nell’ambito della procedura conciliativa presso la Direzione Territoriale del Lavoro, secondo le modalità previste all’art. 7 della Legge n. 604 del 1966, come sostituito dall’art. 1, comma 40 della legge di riforma del mercato del lavoro (Legge 28 giugno 2012 n. 92);
  • licenziamento con accettazione dell’offerta di conciliazione di cui all’art. 6, comma 1, del decreto legislativo n. 23 del 2015, proposta dal datore di lavoro entro i termini di impugnazione stragiudiziale del licenziamento (60 giorni dalla comunicazione in forma scritta del licenziamento, ex art. 6 della legge 604 del 1966);
  • risoluzione intervenuta a seguito del rifiuto del lavoratore al proprio trasferimento ad altra sede della stessa azienda distante oltre 50 km dalla residenza del lavoratore e/o mediamente raggiungibile in 80 minuti o oltre con mezzi di trasporto pubblici;
  • abbiano diritto alla NaSpI.

Comments are closed.