Fondo Fasa - Portale Online
CHIUSURA ESTIVA DEGLI UFFICI

Informiamo i nostri Iscritti e le Aziende associate, che il Fondo FASA rimarrà chiuso per le ferie estive dal giorno 11 al 14 agosto 2014. Gli uffici saranno nuovamente attivi dal 18 agosto 2014.





AVVISO MATERNITA’
Come già annunciato nel precedente Avviso, presente nella home page del sito, il Consiglio di amministrazione  del Fondo, nella seduta del 1° luglio 2014 - alla luce del sensibile incremento di richieste di prestazioni integrative, registratosi nel secondo semestre del 2013 e confermatosi anche nel primo semestre  2014 - ha stabilito un tetto massimo per l’indennità mensile, avuto riguardo alle richieste avanzate da gennaio 2014 in poi, pari ad 800,00 euro mensili.
Nella stessa occasione il CdA del FASA, in coerenza con il Regolamento del Fondo, e a valere sull’anno in corso, ha stabilito l’importo dell’acconto da erogare agli aventi diritto, pari ad un massimo di 500 euro/mese lordi, che sarà integrato in sede di consuntivo (a saldo) nel mese di marzo 2015, nel limite del tetto massimo come sopra definito. Resta fermo che l’importo corrisposto dal Fondo, inclusa l’indennità del 30% erogata dall’Inps (per il tramite del datore di lavoro) a titolo di maternità/paternità facoltativa, non potrà essere comunque superiore al 100% della retribuzione mensile di fatto di cui al terz’ultimo comma dell’art. 31 del CCNL.

Nella sezione normativa la circolare illustrativa delle prestazioni 2014

Da oggi è disponibile nella sezione normativa la polizza con le prestazioni in vigore e nella sezione modulistica sia il nuovo modello per la richiesta delle prestazioni sia il modulo per l'autocertificazione dello stato di famiglia.

Per poter prenotare le prestazioni in convenzione, per il momento, occorre contattare la Centrale Operativa di Fondo FASA - presso UniSalute
telefonando al numero verde nazionale 800-009619 dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19.30 (dall’estero occorre comporre il seguente numero verde 00800-39009619, in caso di mancato funzionamento del numero verde internazionale occorre comporre il seguente numero a pagamento: 0039514185619), e specificare la prestazione richiesta. Contestualmente verranno comunicate le strutture convenzionate più vicine.

FONDO SOSTEGNO ALLA MATERNITA’/PATERNITA’

 AVVISO – Il Consiglio di amministrazione  del Fondo ha constatato con piacere che la prestazione assistenziale mostra di essere molto apprezzata dagli aventi diritto. Il Fondo, per l’anno 2013, ha liquidato tutte le pratiche riferite a tale periodo, riuscendo ad erogare ai beneficiari una prestazione assistenziale integrativa a sostegno della maternità/paternità ben superiore all’importo indicativo ipotizzato nella fase di avvio.  Al riguardo, si informa che alla luce del sensibile incremento di richieste di prestazioni integrative, registratosi nel secondo semestre del 2013 e confermato anche  nel trimestre  2014, il Consiglio di Amministrazione del Fondo  sta prendendo in esame la possibilità di fissare un tetto massimo dell’importo della indennità mensile, avuto riguardo alle richieste avanzate da gennaio 2014 in poi. Resta fermo che l’importo corrisposto dal Fondo, inclusa l’indennità del 30% erogata dall’Inps (per il tramite del datore di lavoro) a titolo di maternità/paternità facoltativa, non potrà essere comunque superiore al 100% della retribuzione mensile di fatto di cui al terz’ultimo comma dell’art. 31 del Ccnl.



In base alla nuova convenzione stipulata dal primo marzo 2014 possono usufruire delle prestazione anche i componenti del nucleo familiare dell'iscritto inteso come il coniuge ed i figli fiscalmente a carico. Per far si che anche i familiari possono accedere alle prestazioni occorre compilare, attraverso l'area riservata (questa procedura velocizza l'acquisizione dei dati per il Fondo), l'autocertificazione attestante la composizione del nucleo familiare che comunque andrà inviata al Fondo anche tramite fax, email o posta. Oltre a questa importante novità sono state anche migliorate ed ampliate le prestazioni erogate da Fondo ed anche modificate le modalità per la richiesta delle prstazioni.
Per ulteriori dettagli si può consultare nella sezione normativa l'estratto della polizza 2014 e la circolare esplicativa. Nei prossimi giorni verrà pubblicata anche la polizza completa.

Sul sito il nuovo regolamento per la richiesta del sostegno alla maternità-paternità.

Nuovi modelli: sono disponibili sul sito i nuovi modelli per la richiesta delle prestazioni, per il sostegno alla maternità e soprattutto il nuovo modello, che integra quello di richiesta prestazioni, per la richiesta di rimborso per interventi odontoiatrici.
 
Sostegno alla maternità/paternità: il CCNL 27.10.2012 dell’ Industria Alimentare ha previsto da gennaio 2013 la possibilità per le madri e i padri di bambini fino a tre anni di età che decidono di avvalersi dell’astensione facoltativa dal lavoro di godere, per i primi 3 anni di età del bambino, di una prestazione assistenziale integrativa dell’indennità di legge erogata dall’INPS. Tale prestazione assistenziale è assicurata attraverso il versamento da parte delle aziende di euro 2,00/mese per ciascun lavoratore in forza a tempo indeterminato. Il diritto del lavoratore al contributo assistenziale per maternità/paternità spetta: nel caso di richieste di congedo avanzate a partire dal 1.1.2013 e solo per i mesi interi indennizzati dall’INPS; una volta l’anno con un minimo di assenza continuativa di 1 mese e un massimo di 6 mesi. Il contributo può essere richiesto per mesi interi e non per frazioni di mese. La gestione di tipo mutualistico (e non assicurativo) dell’intervento assistenziale consente al Fondo di individuare inizialmente un importo indicativo del contributo, pari a 400,00 euro/mese lordi, che in sede di consuntivo potrà oscillare in più o meno in base al rapporto tra contribuzione versata dalle Aziende al Fondo e prestazioni effettivamente richieste. Per ogni maggiore dettaglio su requisiti e modalità di erogazione della prestazione si invita a consultare il Regolamento e la circolare esplicativa che saranno pubblicati a breve sul sito nella sezione “Sostegno maternità”.
Promozione della bilateralità di Settore: Sempre a decorrere da gennaio 2013 (si veda la predetta circolare operativa ) il C.C.N.L. prevede il versamento da parte delle Aziende della contribuzione di 1 euro/mese, per ciascun lavoratore in forza a tempo indeterminato, per la promozione della bilateralità di settore (ad es. diffusione conoscenza polizza sanitaria integrativa Fondo FASA, diffusione potenzialità Fondo di previdenza complementare Alifond, ecc.).
 
Polizza sanitaria integrativa: il 19 dicembre 2012 si è tenuto l'incontro con le Compagnie di Assicurazione a seguito del quale è stata rivista in senso migliorativo la polizza sanitaria. Le nuove condizioni sono consultabili nella sezione normativa del sito.

Con l’occasione facciamo presente che le Parti sociali hanno posticipato al 1 giugno 2016 il versamento del contributo volontario a carico del singolo lavoratore iscritto al FASA. Pertanto, a partire dal 1.1.2013 e fino alla predetta data, resta fermo l’attuale sistema di contribuzione unilaterale da parte delle aziende.

News Fasa
News
Precisazioni per richiesta rimborso

Nella sezione normativa troverete un testo con alcuni chiarimenti su come presentare le pratiche di rimborso.
Versamento Mensile

ATTENZIONE – Si rende noto che il versamento mensile della quota per la copertura assicurativa sostenuto dall’Azienda, può essere da questa effettuato fino al 16 del mese successivo. Solo susseguentemente potrà essere caricato sul sistema informatico - dovendo sopportare un ulteriore tempo tecnico. Pertanto la richiesta potrà essere liquidata solo decorso tale termine.

Qualora la pratica appaia “sospesa” per tale motivazione, questo non indica affatto una morosità certa da parte dell’azienda.

(es. se la prestazione è del 05/01/2012 occorrerà attendere oltre il 16/02/2012 per poter liquidare la richiesta)

miglioramento prestazioni

Nella sezione normativa è possibile visionare le modifiche apportate alle garanzie del fondo
Iscrizione Anagrafe Fondi Sanitari

Si informa che la DGPROGS del Ministero della Salute, in data 11.3.2013, ha rilasciato al Fondo FASA il certificato (reperibile nella sezione normativa) previsto dal DM Lavoro/Salute 27.10.2009 ai fini della applicazione, da parte delle aziende industriali alimentari, del regime fiscale agevolato (detassazione) ex art. 51 del DPR 917/86, sugli importi versati al Fondo FASA per l'assistenza sanitaria integrativa dei dipendenti.

MATERNITA - PATERNITA

L'assemblea del Consiglio di Amministrazione del Fondo Fasa, riunitosi in data 25-07-2013, ha deliberato alcune integrazioni al regolamento del Fondo Fasa relativamente al sostegno Maternità / Paternità.
 
ALIQUOTA IRPEF DA APPLICARE
 
Nello specifico viene data facoltà all'iscritto che abbia presentato la domanda di integrazione, di comunicare al Fondo Fasa l'aliquota Irpef che desidera gli venga applicata in sede di liquidazione delle prestazioni, in modo da non subire eventuali conguagli negativi in sede di dichiarazione dei redditi.
 
L'iscritto dovrà comunicare nel modello di richiesta di integrazione l'aliquota irpef da applicare, se il Fondo non riceverà comunicazioni in merito applicherà l'aliquota minima vigente al momento della liquidazione delle prestazioni.
 
MODALITA' DI RICHIESTA DELLE PRESTAZIONI
 
L'ampliamento dell'articolo 9 c.1, sottolinea quanto possa ottimizzare le tempistiche di comunicazione tra l'iscritto ed il fondo l'utilizzo della posta elettronica, pertanto viene dato risalto anche nella modulistica di richiesta all'indirizzo e-mail da comunicare al Fondo Fasa.
Il Fondo Fasa, ritiene fondamentale la posta elettronica essendo la via più rapida di ricezione ed invio delle comunicazioni e documentazioni necessarie per il buon fine delle richieste, pertanto tale informazione rileva una importanza sostanziale per l'ottimizzazione delle tempistiche.
Si ricorda inoltre agli iscritti che, in fase di richiesta dell'integrazione per la maternità/paternità, deve essere inviata copia della domanda completa inviata all'Inps ed al datore di lavoro, e copia delle buste paga relative alle mensilità per cui viene richiesta l'integrazione, da cui risulti l'integrazione percepita dall'Inps .
Valid XHTML 1.0 Transitional
CSS Valido!